13-02-2017

Documenti riepilogativi - art. 4 c.1 DL 193/2016

Gentile Cliente,

Il DL 193/2016, convertito dalla legge 225 del 01/12/2016, ha introdotto novità importanti nell’ambito delle c.d. “Comunicazioni dei dati Iva":

  • sostituzione dell’adempimento convenzionalmente conosciuto come “spesometro” (comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini iva – art. 21 DL 78/201) con il nuovo adempimento di “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute – art. 4 c.1 DL 193/2016”;
  •  introduzione della “Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva – art. 4 c.2 DL 193/2016”.

La nuova comunicazione, diversa nella forma, struttura e contenuto rispetto alla precedente, riguarderà le operazioni contabilizzate dal 01.01.2017; per l’anno 2017 sono previsti due invii (emendamento in approvazione): il primo entro il 16/09/2017 per le operazioni del primo semestre ed il secondo entro l’ultimo giorno di febbraio 2018 per le operazioni del secondo semestre.

In sintesi, i dati da inviare in forma analitica per ogni singola fattura/nota di variazione/bolla doganale, comprendono:

  • dati identificativi dei soggetti coinvolti nelle operazioni (dati di chi emette/riceve il documento)
  • data/numero documento;
  • base imponibile/aliquota/imposta;
  • tipologia operazione.

I dati relativi all’anno d’imposta 2016 saranno invece comunicati con lo “spesometro” annuale secondo le scadenze già previste negli anni passati (10/04/2017 per i contribuenti con liquidazione iva mensili e 20/04/2017 per i contribuenti con liquidazione iva trimestrale).

Per quanto riguarda invece il secondo punto, ovvero la “Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva – art.4 c.2 DL 193/2016”, sono previsti invii trimestrali da effettuare entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre. La modalità di invio e contenuto (dati da trasmettere) saranno definiti dall’Agenzia delle Entrate con uno specifico provvedimento.

IMPORTANTE: per il primo adempimento (Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute), l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 08/02/2017 una circolare che fornisce i primi chiarimenti operativi; tra questi riteniamo opportuno segnalare quanto indicato al paragrafo 4) capoverso C): le regole tecniche stabiliscono che le informazioni da trasmettere riguardano le singole fatture emesse e ricevute, anche per le fatture di importo inferiore a 300,00 euro per le quali è data la facoltà di registrazione attraverso un documento riepilogativo. Dal punto di vista operativo, ciò si traduce nel dover registrare le singole fatture anziché il documento riepilogativo (a partire già dal 01.01.2017).

Ricordiamo che Albalog non può fornire consulenza fiscale in quanto non abilitata e pertanto invitiamo a consultare il proprio Consulente per qualsiasi maggiore informazione.

NOTA PER GLI UTENTI EXTRA: sempre per quanto concerne il nuovo adempimento (“Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute”), nei giorni scorsi è stata rilasciata patch (9.6.3) della suite Extra che contiene la nuova funzionalità per poter registrare una fattura di acquisto /nota di variazione reverse charge “mista” (ovvero contenente una parte soggetta ad iva normale ed una parte soggetta ad iva reverse charge) con unica operazione. Invitiamo ad utilizzare questa funzionalità come unica modalità di registrazione a decorrere dal 01.01.2017, come dettagliato nella documentazione allegata  al rilascio della patch.

A disposizione per qualsiasi ulteriore delucidazione.

Cordialità

Indietro